PICCOLO MUSEO  DI  SESSA  E  MONTEGGIO

Caminetto

La nascita del Piccolo Museo risale agli anni ’60 del secolo scorso quando un gruppo di giovani, motivati da Beppe Zanetti, iniziò la raccolta di oggetti destinati alla distruzione, perché appartenenti a un’epoca che stava velocemente scomparendo.

Nelle cucine facevano la comparsa apparecchi elettrici e il laminato plastico rimpiazzava il legno di castagno dei tavoli e delle “peltrère”, mentre nelle campagne e nei boschi il baccano delle macchine mosse da motori a benzina, sostituiva il fruscio della falce fienaia o il rumore della sega nel tronco.  Numerose botteghe artigiane, di falegnami, ciabattini, orologiai stavano chiudendo, oppure già silenti da diversi anni, contenevano ancora un tesoro di attrezzi di cui si stava addirittura perdendo il ricordo del loro uso.

Così questi giovani iniziarono a perlustrare le numerose frazioni dei comuni di Sessa e Monteggio chiedendo a tutti se avessero attrezzi o utensili vecchi che non usavano più, o magari vecchie fotografie e documenti altrimenti condannati alla distruzione. La rispondenza, ovviamente fu molto diversificata, andando da chi consegnava oggetti di grande valore per la memoria a chi ne approfittava semplicemente per sgomberare i solai da ciarpame inutile.

Inizialmente il materiale ricuperato fu depositato in diversi locali, dallo stabile disabitato di proprietà Giacomo Ferretti, alla casa Zanetti-Galeazzi di Beredino, all’ex negozio G. Ferretti in “Piazza da Sora”. Il tutto in attesa della costituzione di un piccolo museo nel quale esporre in maniera didattica i migliori oggetti.
Il Comune di Sessa mise poi a disposizione la casa già Ballinari nella frazione di Bonzaglio, ancora da riattare e da sistemare, mentre nel frattempo il gruppo promotore, il 4 dicembre 1982, si costituiva in associazione e allestiva una mostra provvisoria nei locali al secondo piano del palazzo scolastico di Sessa.

Questa esposizione dal titolo “Mostra documentaria di oggetti tradizionali e dimenticati” suscitò notevole interesse nella regione, incrementando le donazioni di oggetti e l’iscrizione di sempre numerosi membri all’Associazione che prese il nome di Piccolo Museo di Sessa. Una volta terminata la riattazione della casa sulla piazzetta di Bonzaglio si poté dare inizio all’allestimento delle esposizioni permanenti e via via, sempre più di frequente a mostre temporanee.

Nel 2013 l’Assemblea dei soci, decise la modifica della denominazione in Piccolo Museo di Sessa e Monteggio. Ora il Piccolo Museo si presenta ampliato e con esposizioni e ambienti rinnovati, e oltre a un pubblico adulto, sono molto curate delle interessanti lezioni per le scuole, dove si cerca di far rivivere la quotidianità dei nostri antenati.

Il Piccolo Museo è aperto tutti i sabati dalle 16:00 alle 18:00 e su appuntamento dal 1 maggio al 31 ottobre.


Per appuntamenti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
+41(0)79 467 67 32
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
+41(0)76 413 07 39